logo

Musica: Napoli ricorda Pino Daniele a due anni dalla scomparsa

Musica:

Terza edizione del concerto "Je sto vicino a te"

NAPOLI - Napoli si prepara a ricordare Pino Daniele nel festeggiare il suo compleanno. A due anni dalla scomparsa, la città torna a celebrare il "Nero a metà" con la terza edizione del concerto "Je sto vicino a te", in programma sabato 18 marzo al Palapartenope. Tanti gli artisti e gli amici di Pino Daniele che saliranno sul palco nel concerto voluto dal fratello Nello e dal Comune di Napoli. A proporre i brani di Pino Daniele saranno, oltre al fratello Nello, Peppe Barra, Dodi Battaglia dei Pooh, Nino D'Angelo, Nino Buonocore, Sal Da Vinci, Fabio De Caro, Tony Esposito, Marina Mulopulos, i 99 Posse e Marco Zurzolo. Con loro una grande band formata da Flex Aiello, Paolo Bada', Diego Imparato, Tony Panico, Lino Pariota, Claudio Romano, Michele Arcangelo Caso e Tony Cercola. Sul.palco anche Maurizio De Giovanni. "Pino è nel ricordo di tutti e vive in tutte le persone - ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris - noi come istituzione non lo abbiamo dimenticato. Questo è il terzo evento con tanti artisti e in questi anni sono state tante le iniziative in ricordo di Pino".

De Magistris ha espresso il "grande sogno di poter convincere finalmente tutti i familiari di Pino per realizzare un grande concerto allo stadio San Paolo che sarebbe il coronamento di un sogno oltre che di sindaco, di fan". Il concerto al Palapartenope è a ingresso gratuito. A oggi sono disponibili - a quanto rende noto l'organizzazione - gli ultimi 300 biglietti presso il botteghino del Palapartenope. "Questo è il concerto del popolo di Pino - ha aggiunto il fratello Nello - è ormai diventato un appuntamento fisso e ogni volta c'è la ressa per avere il biglietto che è e resterà sempre gratuito". Il concerto sarà in diretta radiofonica su Radio Marte e in diretta streaming sul sito del quotidiano Il Mattino. Alla presentazione hanno partecipato anche l'assessore alla Cultura Nino Daniele e gli artisti Peppe Barra e Nino Buonocore.

Guarda il video







@ Riproduzione Riservata



Articoli correlati

Torna in alto